La Città di Torino istituisce un tavolo di lavoro per prevenire intolleranza, xenofobia e razzismo

In programma azioni di deradicalizzazione e disingaggio dai gruppi estremisti violenti

Un tavolo contro l'intolleranza e il razzismo. La Città di Torino, con la mozione promossa e discussa dalla Commissione speciale Legalità e approvata il 7 settembre 2020 dal Consiglio Comunale di Torino all’unanimità, istituisce il "Tavolo di lavoro multi-agenzia per la prevenzione degli estremismi violenti”. A questo potranno aderire associazione, enti e singole personalità: entro la fine dell'attuale mandato amministrativo è in programma infatti un evento di apertura per consentire la firma delle Linee guida. 

L’obiettivo del Tavolo è condividere informazioni, strumenti e competenze e realizzare o promuovere azioni e attività per prevenire crimini e reati legati all’estremismo violento, per garantire supporto a quei soggetti che hanno intrapreso tale percorso e in generale per rafforzare la resilienza della società nel suo complesso. Per costruire una società in cui tutte e tutti si sentano libere e liberi di vivere le proprie identità e contrastare azioni che mirano a colpire individui sulla base di appartenenze, vere o presunte, a gruppi sociali.

Gli ambiti di competenza

Il Tavolo elaborerà un Piano Strategico di prevenzione locale e opererà in determinati ambiti: nei sistemi educativi formali, di welfare e sostegno alle politiche giovanili; nelle carceri; nei centri di ascolto e come sostegno alle famiglie; istituendo programmi di deradicalizzazione e iniziative di disimpegno e disingaggio dai gruppi estremisti violenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'iniziativa segue al lavoro sviluppato all’interno della Commissione Legalità sin dal 2015 – anche in collaborazione con la rete Ran (Radicalisation Awareness Network) e altri soggetti del territorio – e alle altre azioni portate avanti dalla Città negli ultimi anni, che hanno consentito l’adozione delle Linee guida per il Coordinamento delle Politiche per l’Interculturalità, del Piano antiviolenza contro le donne e del Protocollo Interfedi per agevolare e gestire il pluralismo religioso nei luoghi di detenzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  • Torna l'ora solare, lancette indietro di 60 minuti: quando e perché si dormirà di più

  • Coronavirus: ordinanza Piemonte, stop agli alcolici dopo le 21 e attività chiuse a mezzanotte

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Lavazza, offerte di lavoro a Torino e in provincia: le posizioni aperte

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento