Politica

Tav, superato l'intoppo burocratico, Ghigo (Pdl): "Tutto a posto"

In mattinata è intervenuto per chiarire la vicenda il coordinatore del Pdl Enzo Ghigo: con l'emendamento all'articolo 5 votato ieri sera in Commissione Bilancio la Tav si farà

Non sarà un impedimento burocratico a far saltare la Torino-Lione. In mattinata è intervenuto per chiarire la vicneda il coordinatore del Pdl Enzo Ghigo: grazie all'emendamento all'articolo 5 votato ieri sera in Commissione Bilancio, "l'Opera in cima alle priorità del Governo -dice Ghigo - può viaggiare spedita". "E' la risposta - continua Ghigo - alle preoccupazioni e agli allarmismi che nella giornata di ieri avevano fatto temere la possibilità di perdere i finanziamenti europei e di conseguenza la Tav".

"I cantieri della Torino-Lione non avranno alcuno stop a causa del mancato rinnovo della commissione di Via. Ieri, in serata, in commissione Bilancio - spiega il coordinatore regionale del PdL Piemonte - è stato approvato un emendamento con il quale si chiarisce che, per quanto riguarda gli organi previsti per legge, che operano presso il Ministero per l'Ambiente, tra cui la Commissione di Via, non vale il limite di durata dell'organo stabilito nel decreto legge. In poche parole la Commissione di Via non ha, e non avrà, alcuna scadenza data l'importanza che questi organismi rivestono ai fini del recepimento della normativa comunitaria in materia ambientale".

Stefano Esposito, parlamentare del Pd, commenta su Facebook: "Dopo l'allarme lanciato sul rischio di perdere i finanziamenti europei - afferma - il governo ha inserito nella manovra finanziaria la norma che permetterà lunedì di nominare la nuova commissione Via. Pericolo scampato, grazie all'azione di tutti a cominciare dal sindaco Fassino. Sono soddisfatto del lavoro fatto".

(ANSA)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tav, superato l'intoppo burocratico, Ghigo (Pdl): "Tutto a posto"

TorinoToday è in caricamento