Lunedì, 20 Settembre 2021
Politica

Tangenti all'Amiat: "Il Comune si costituisca parte civile"

Con una mozione approvata dalla Sala Rossa con 23 voti a favore, 3 astenuti, il Consiglio comunale chiede che la Città si costituisca parte civile nel processo per i fatti di corruzione denunciati da Raphael Rossi

Con una mozione approvata dalla Sala Rossa con 23 voti a favore, 3 astenuti, il Consiglio comunale chiede che la Città si costituisca parte civile nel processo per i fatti di corruzione denunciati da Raphael Rossi, così come aveva fatto Amiat, all’inizio di quest’anno.

Il documento, di cui i primi firmatari sono Michele Curto e Marco Grimaldi di Sel, è stato approvato “considerato che la Città di Torino detiene ad oggi il 100% delle azioni di Amiat e come tale è da ritenersi coinvolta nella costituzione di parte civile della sua partecipata”, chiede che la Città si costituisca parte civile nei confronti di tutti gli imputati, dando seguito, in questo modo, ad una mozione del 2010.


La mozione, infine, chiede che il Consiglio comunale sia aggiornato sull’iter processuale, che il processo sia trasmesso in streaming sul sito del Comune e che l’Amiat possa anticipare le spese legali di Raphael Rossi nel procedimento iniziato nel 2007. Nel corso del dibattito sono intervenuti i consiglieri Marco Grimaldi, Roberto Tricarico, Silvio Viale, Vittorio Bertola, Roberto Carbonero e il vice sindaco Tom Dealessandri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti all'Amiat: "Il Comune si costituisca parte civile"

TorinoToday è in caricamento