Politica

Allasia (Lega Nord): "Il Pd con le lobby del gioco d'azzardo"

Stefano Allasia, deputato torinese della Lega Nord, sul voto dei Democratici sul gioco d’azzardo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

“Troppo comodo ammettere l’errore quando ormai non si può più tornare sui propri passi. Ma chi ha selezionato l’armata Brancaleone dei senatori del Pd?”: così Stefano Allasia, deputato torinese della Lega Nord, sul voto dei Democratici sul gioco d’azzardo.

“Dopo aver ridotto a 611 milioni i 98 miliardi di euro di multe alle società di gioco d’azzardo – sottolinea Allasia -, la maggioranza di governo punisce gli Enti Locali che prendono provvedimenti contro gli esercizi commerciali che favoriscono  la diffusione di slot machine. Un emendamento alla legge di stabilità, presentato in Senato, stabilisce, infatti, che Regioni e Comuni che sconteranno per legge le imposte a chi vieta le macchinette, si vedranno decurtati i corrispondenti trasferimenti statali”:

“Questa nefandezza – conclude il deputato leghista - è stata approvata grazie al voto dei senatori subalpini Borioli, Chiti, Davico, Dirindin, Esposito, Favero, Ferrara, Fissore, Fornaro, Lepri, Manassero, Marino, Olivero, Zanoni. Ora i Piemontesi sanno chi devono ringraziare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allasia (Lega Nord): "Il Pd con le lobby del gioco d'azzardo"

TorinoToday è in caricamento