rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Politica Centro / Piazza Castello

Città metropolitana di Torino, Roberto Montà vicesindaco metropolitano: nominato dal sindaco Lo Russo  

Il 18 dicembre le elezioni di secondo livello nei Comuni per formare il nuovo Consiglio metropolitano

Il sindaco metropolitano di Torino Stefano lo Russo ha delegato Roberto Montà come vicesindaco della Città metropolitana di Torino e lo ha nominato mercoledì 3 novembre con decreto.

Roberto Montà, primo cittadino di Grugliasco, è consigliere metropolitano in carica dall'ottobre del 2016 ed attuale capogruppo della lista Città di Città, che rappresenta in Consiglio metropolitano il centrosinistra. “Oggi sono stato nominato Vice Sindaco della Città Metropolitana da Stefano Lo Russo. Farò del mio meglio per aiutarlo a gestire una delicata fase transitoria per avviare la nuova amministrazione di un ente che, dopo anni difficili e senza risorse, può rappresentare una grande opportunità di sviluppo e coordinamento dei comuni e degli attori economici e sociali del territorio. Al lavoro con disciplina e onore per il bene della Città Metropolitana e del suo territorio”, scrive Montà. 

"La dimensione per lo sviluppo e il futuro di Torino deve comprendere anche l’area metropolitana - commenta il sindaco Stefano Lo Russo - e cogliere questa potenzialità saràà una delle sfide più importanti per il futuro della citta? in senso vasto. La Città Metropolitana deve essere alla base di molteplici processi di sviluppo, penso ad esempio alle trasformazioni socio economiche e culturali in corso e alle infrastrutture. È necessario rafforzare il ruolo e la capacità effettiva della Città metropolitana di essere al servizio dei Comuni attraverso una pianificazione che sappia guardare alla varietà territoriale come a una risorsa".

“Buon lavoro e complimenti Roberto Montà, la tua esperienza di amministratore locale e le tue competenze aiuteranno tutta la città metropolitana in questo tempo denso di scelte strategiche utili per tutto il territorio”, dice il sindaco di Collegno Francesco Casciano.

Elezioni consiglio metropolitano di Torino

Sono previste per domenica 19 dicembre (ore 8/22) le elezioni di secondo livello nei 312 Comuni del territorio per formare il futuro Consiglio metropolitano di Torino: saranno chiamati al voto i sindaci e i consiglieri comunali con voto ponderato, come prevede la Legge Del Rio che ha istituito le Città metropolitane. 

"I 312 Comuni che compongono la Città metropolitana di Torino dovranno svolgere le elezioni di secondo grado per rinnovare il Consiglio metropolitano, organo di indirizzo e controllo che adotta, tra l’altro, gli schemi di bilancio da sottoporre al parere della Conferenza metropolitana, che è composto da 18 consiglieri (ai quali va aggiunto il sindaco) e dura in carica 5 anni. Il Consiglio metropolitano ha rappresentatività democratica indiretta ottenuta attraverso elezioni di secondo grado da parte di un corpo elettorale rappresentato dai sindaci e dai consiglieri comunali in carica, con sistema elettorale di tipo plurinominale su liste concorrenti e collegio unico, con possibilità di esprimere fino a una preferenza e riparto proporzionale dei seggi. Così come quello di sindaco metropolitano, anche gli incarichi di consigliere metropolitano per legge sono svolti a titolo gratuito", spiegano dalla Città metropolitana di Torino.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città metropolitana di Torino, Roberto Montà vicesindaco metropolitano: nominato dal sindaco Lo Russo  

TorinoToday è in caricamento