Politica

Fassino: "Mi dimetto dal Parlamento, fare il sindaco è un impegno per la vita"

Il nuovo sindaco non si era ancora espresso sull'argomento. "Fare il sindaco - ha spiegato oggi - è un impegno che ho assunto con convinzione, mi dimetterò non appena si insedierà il consiglio comunale"

Sulla questione non c'era stata nessuna presa di posizione precisa, fino a oggi.  "Fare il sindaco di Torino è per me un impegno per la vita. Un impegno che io ho assunto con convinzione e quindi mi dimetterò dal Parlamento non appena verranno espletate le procedure di insediamento del consiglio e della giunta comunali". Le parole del nuovo sindaco di Torino, Piero Fassino, dimostrano la passione con cui l'ex ministro si è avvicinato a questa avventura.


Finora Fassino non si era espresso sulle eventuali dimissioni dal Parlamento. Mercoledì scorso, dopo le elezioni comunali vinte a Torino, Piero Fassino era stato lungamente applaudito alla Camera dei Deputati dai suoi colleghi parlamentari del Pd. Venerdì mattina, in una delle sue prime uscite pubbliche dopo le elezioni, ha visitato il mercato di corso Racconigi, dove era già stato durante la campagna elettorale e, rispondendo ai giornalisti, ha comunicato ufficialmente la sua decisione di lasciare il Parlamento per svolgere a tempo pieno le funzioni di sindaco e concentrarsi su Torino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fassino: "Mi dimetto dal Parlamento, fare il sindaco è un impegno per la vita"

TorinoToday è in caricamento