Tav, il sindaco di Chiomonte: "Se bloccano l'opera, chiederò i danni allo Stato"

"Mi piacerebbe andare a fondo sull'affidamento dell'analisi costi-benefici"

Il cantiere di Chiomonte

Il sindaco di Chiomonte Silvano Ollivier, qualora il Tav fosse bloccato, è pronto a chiedere i danni allo Stato. Il primo cittadino del comune dove è stato scavato il tunnel geognostico per la realizzazione della Torino-Lione, lungo 7 km, dopo il verdetto della famosa analisi costi-benefici, spiega il motivo per cui il suo paese sarebbe danneggiato da questa decisione. "Come Comune - ha dichiarato - ci siamo attivati per poter chiedere le compensazioni che erano state previste dal Governo precedente a fronte della presentazione di progetti per i quali abbiamo speso 150 mila euro. Ora se verrà tutto bloccato e non ci saranno le compensazioni, sono pronto a chiedere i danni allo Stato per i soldi spesi dal mio Comune".

Ollivier non si è certo stupito del verdetto dell'analisi costi-benefici: "Mi piacerebbe andare a fondo - spiega - , perché se io devo affidare un incarico da 20mila euro devo indire un bando mentre per questo studio sono state scelte persone, magari anche professionisti, senza una manifestazione pubblica di interesse". Il sindaco di Chiomonte è pro Tav e proprio il giorno prima della manifestazione Sì Tav in piazza Castello, è stato minacciato con 26 chiudi conficcati nella porta di casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma lui resta della stessa idea: anzi, visti gli sviluppi recenti, è pronto più che mai ad andare avanti per la sua strada: "Confido che vengano rispettati gli impegni presi e che i cantieri non vengano chiusi. Non è il Governo che decide - va avanti Ollivier -: c'è una legge del Parlamento e per cambiare le cose serve un'altra legge. Proprio ieri durante l'Osservatorio sulla Torino-Lione - conclude il sindaco - il mio Comune ha ottenuto il benestare per chiedere al Cipe circa 15 milioni di compensazioni: ci aspettiamo che le promesse, fatte in base a una legge, vengano rispettate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Guardia giurata uccide la ex compagna e poi si suicida, lei lo aveva lasciato da poco

  • Fantomatico volantino di un (sedicente) papà: "Avete molestato mia figlia, vi sto cercando"

  • Tragedia nell'abitazione: donna trovata morta

  • Vanno a fare la spesa e lasciano il figlio chiuso in auto con 40 gradi: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento