Martedì, 27 Luglio 2021
Politica

La proposta di Fassino: "Un asse tra i sindaci di Milano, Torino e Bologna"

L'idea di "asse del Nord" viene dal sindaco di Bologna, Virginio Merola, che con Milano e Torino immagina una liaison politica che duri nel tempo. Fassino proprone un incontro a Torino

"Ci sono le condizioni per affrontare la questione settentrionale", ma non in termini secessionisti: per questo Torino si candida a ospitare i sindaci delle città capoluogo del Nord. Un programma e una proposta lanciate da Piero Fassino, in un'intervista apparsa oggi sul Corriere di Bologna. L'idea di "asse del Nord" viene dal sindaco di Bologna, Virginio Merola, che con Milano e Torino immagina una liaison politica che duri nel tempo. "Raccolgo ben volentieri - spiega Fassino - l'idea lanciata da Merola, anche perché ormai il centrosinistra governa tutti i capoluoghi del Nord, da Torino a Trieste". "Ci sono le condizioni - aggiunge il sindaco di Torino - per affrontare la questione settentrionale con una rappresentanza politica forte e adeguata ma non secessionista. Per questo sono pronto ad ospitare a Torino un incontro di tutti i sindaci delle città capoluogo del Nord Italia". Non solo, dunque, Mi-To-Bo (Milano-Torino-Bologna) ma una rete che coinvolga anche altre realtà significative come Genova, Venezia, Trieste per un vero e proprio programma-Paese che punti allo sviluppo, all'occupazione dei giovani, alla ricerca in ambito scientifico-tecnologico, della difesa dell'ambiente e dell'eco-sostenibilità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La proposta di Fassino: "Un asse tra i sindaci di Milano, Torino e Bologna"

TorinoToday è in caricamento