rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica Centro / Piazza Palazzo di Città, 1

Damilano assente al primo consiglio comunale e Viale attacca: "È ineleggibile, mi astengo dal voto"

Entro 30 giorni potrà essere avanzata l'azione popolare

L'ineleggibilità di Paolo Damilano arriva in consiglio comunale. A portare la questione in Sala Rossa è Silvio Viale, consigliere comunale della lista civica 'Lo Russo Sindaco' che al momento del voto della delibera di convalida degli eletti ha preso parola annunciando la propria astensione. 

Viale ha presentato una nota informativa chiedendo all'ufficio di presidenza del consiglio comunale un parere legale sull'ineleggibilità di Damilano. Se entro 29 giorni da oggi, lunedì 8 novembre, non arriverà il parere dell'ufficio di presidenza, l'Associazione Radicale Adelaide Aglietta avvierà un'azione popolare per chiedere di verificare l'ineleggibilità di Damilano. "Mi sono astenuto dal voto", spiega Silvio Viale, "perché non vorrei trovarmi nella condizione di portare avanti un'azione popolare dopo aver votato la convalida dell'elezione di Damilano". 

La questione era stata già sollevata dai radicali durante la campagna elettorale quando Damilano era candidato sindaco del centrodestra. Il leader di Torino Bellissima secondo i radicali non sarebbe eleggibile in quanto non si sarebbe dimesso dalla presidenza della Film Commissione nei tempi richiesti dalla legge. Per la cronaca Paolo Damilano non era presente alla seduta del consiglio comunale di oggi per motivi di salute. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Damilano assente al primo consiglio comunale e Viale attacca: "È ineleggibile, mi astengo dal voto"

TorinoToday è in caricamento