Politica

Fassino: "La Tav verrà realizzata, è un'opera strategica per il Piemonte"

A Torino si sono riuniti esponenti del mondo economico e della politica per dire sì alla Tav. Le istituzioni scriveranno una lettera a Maroni per chiedere l'impegno del governo per l'apertura del cantiere

Istituzioni, associazioni di categoria e imprenditori di Torino e del Piemonte scriveranno una lettera al ministro dell'Interno Roberto Maroni per chiedere l'impegno del governo per l'apertura del cantiere di Chiomonte della Torino-Lione, finora bloccato per l'opposizione del movimento No Tav. Ad annunciare l'iniziativa è il presidente degli industriali torinesi, Gianfranco Carbonato, che oggi ha riunito esponenti del mondo economico e della politica per rilanciare l'informazione sul valore strategico della nuova linea ferroviaria. Entro il 31 maggio l'Unione Europea attende un concreto segnale dell'avvio dei lavori, l'apertura del tunnel esplorativo alla Maddalena di Chiomonte, e su questa scadenza c'é ora un pressing delle principali istituzioni, degli industriali e delle associazioni di categoria. La lettera a Maroni sarà sottoscritta da enti e associazioni presenti oggi all'incontro promosso all'Unione Industriale: Camera di Commercio, Città di Torino, Provincia, Api, Ascom, Cna, Comitato Transpadana. Nei confronti della Torino-Lione "il dissenso è ormai ridotto a una minimissima marginalità a cui fa riscontro una maggioranza pressoché totale che vuole l'opera". Lo ha detto Maria Luisa Coppa, presidente dell'Ascom di Torino e provincia.

Anche la quasi totalità dei partiti piemontesi è a favore della Tav
. Non realizzare la Torino-Lione "taglierebbe fuori il Piemonte, forse questo punto cruciale non é abbastanza chiaro in Valle di Susa perché la Tav comunque verrà realizzata". Lo ha detto il neo sindaco di Torino, Piero Fassino, partecipando all'iniziativa di 'spinta' della Tav promossa dall'Unione Industriale. Fassino ha ricordato che esistono due alternative già sulla carta, il passaggio da Genova e Milano e quello a nord delle Alpi da Ginevra a Milano. "La Torino-Lione non è solo una ferrovia, è riduttivo presentarla in questo modo - ha detto il sindaco - è un corridoio, un asse strategico di sviluppo e investimenti. Non si tratta di una questione locale, ma di un pezzo di un grande asse di investimenti e di sviluppo". Il sindaco di Torino ha chiuso sollecitando "tutti a fare la loro parte, a cominciare dal governo che deve garantire l'apertura del cantiere e i fondi di compensazione alla Valle di Susa".

Un appello alle forze dell'ordine "affinché usino la massima determinazione per garantire la volontà del Paese e delle istituzioni": a farlo, per sollecitare l'apertura del cantiere della Torino-Lione, è il presidente della Provincia di Torino Antonio Saitta. "La politica - ha detto Saitta, alla conferenza stampa convocata dall'Unione industriale di Torino - ha fatto tutto ciò che era in suo potere, ora la questione è esclusivamente di ordine pubblico. Non si può subire il ricatto di una minoranza rumorosa, bisogna agire garantendo il rispetto delle leggi e della legalita".

Per Barbara Bonino, assessore regionale a Trasporti e Infrastrutture, "in Valle di Susa non c'é un'opposizione del popolo alla Torino-Lione, ma agitatori di professione che si oppongono a qualsiasi opportunità di sviluppo". Lo ha detto durante la conferenza stampa per la Tav convocata stamani dall'Unione Industriale di Torino. "Questi agitatori - ha aggiunto Bonino - si spostano per il Paese, evidentemente alimentati da flussi di denaro, a diffondere falsità e disinformazione su cui varrebbe la pena che chi di dovere approfondisse. Alcuni valsusini sono vittime di queste persone che cercano di disorientarli". "La sola cosa da fare, ora - ha continuato Barbara Bonino - é aprire il cantiere della Maddalena, siamo arrivati a un punto di non ritorno".

I No Tav continuano a presidiare il cantiere. Difficile, probabilmente impossibile, pensare a una soluzione che accontenti tutti. Alcuni sindaci valsusini sono pronti a ricorrere al Tar.

Fonte: Ansa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fassino: "La Tav verrà realizzata, è un'opera strategica per il Piemonte"

TorinoToday è in caricamento