menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alunni disabili, il servizio di trasporto torna regolare lunedì 26 settembre

L'assessora Patti: "Mi auguro che il prossimo anno si possa tornare a garantire il servizio già dalla seconda settimana"

L’assessora all’Istruzione, Federica Patti, oggi ha risposto in aula a una richiesta di comunicazioni avanzata dal consigliere Silvio Magliano sul tema del ritardo, di due settimane, nell’avvio servizio di trasporto degli alunni e alunne disabili. Sono circa 400 quelli interessati nel comune di Torino.

“Il Comune - ha spiegato l’assessora - si occupa del trasporto degli alunni e alunne disabili fino alla scuola media di primo grado. Il trasporto è sempre partito la seconda settimana di scuola per ragioni organizzative e di raccolta dati, tranne per bambini e bambine portatori di handicap frequentanti i CESM (Centri educativi specializzati municipali), i quali hanno invece il trasporto garantito sin dalla prima settimana. La Provincia, ora Città Metropolitana, ha sempre erogato un contributo variabile per il trasporto disabili per scuola obbligo. Per scuola superiore, il Comune ha sempre erogato il servizio, il quale è poi ripagato in toto da Città Metropolitana. Quest’anno il servizio di trasporto disabili parte in ritardo. Questo era stato comunicato con circolare il 19 maggio per le scuole sino alla secondaria di primo grado e per le scuole superiori tra il 16 e il 19 giugno circa, indicando l’inizio servizio per il 26 settembre. Questo non significa che non vi siano delle reali difficoltà per le famiglie. Nell’approfondimento che avremo in Commissione consiliare porteremo anche i dati richiesti relativi ai pagamenti ai fornitori del servizio. E’ chiaro non siamo stati contenti di trovare questa situazione al momento del nostro insediamento, però mi auguro che il prossimo anno scolastico si possa tornare a garantire il servizio di trasporti già dalla seconda settimana”. 
 
Sono successivamente intervenuti tre consiglieri. Silvio Magliano (Moderati): “Le famiglie hanno saputo della mancanza del servizio soltanto il 9 settembre, tre giorni prima dell’inizio della scuola. Stigmatizzo questa mancanza di comunicazione e che ci siano ripetuti ritardi nei tempi di pagamento dei fornitori. E mi preoccupa che si parli di due settimane per avviare il servizio. Non vorrei che ogni anno il servizio iniziasse sempre più tardi”.
Fabrizio Ricca (Lega Nord): “La passata Amministrazione era sempre in ritardo nel pagare gli appaltatori, mettendo così in difficoltà anche i subappaltatori. Mi risulta che i problemi di pagamento ci siano anche con l’attuale Amministrazione. Chiedo quindi all’assessora di fare una ricognizione contabile sui pagamenti ancora da saldare ai fornitori, per evitare disservizi alle famiglie”.
Barbara Azzarà (M5S): “Non ci sono solo problemi di trasporto: molte scuole sono prive di insegnanti di sostegno. C’è il caos totale nelle scuole di Stato”.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento