Politica

Seat Pagine Gialle: "Una situazione che merita attenzione"

Il capogruppo in Consiglio Comunale Mario Carossa è il primo firmatario di un ordine del giorno in cui si chiede l'approfondimento della situazione della Seat, per tutelare i lavoratori

"Sindaco e Giunta comunale approfondiscano la situazione dell’azienda Seat Pagine Gialle, nell’ottica di tutelare i lavoratori e le ricadute sul tessuto sociale, economico e culturale cittadino".

Lo chiede l’ordine del giorno approvato oggi dal Consiglio comunale di Torino (primo firmatario: Mario Carossa), che teme possano “palesarsi rischi importanti per la presenza della direzione di tale colosso a Torino, derivati dai risultati di eventuali ulteriori operazioni di finanza spregiudicata, i quali porterebbero a un inaccettabile depauperamento del patrimonio aziendale, lavorativo e imprenditoriale della città”.

L’ordine del giorno impegna inoltre Sindaco e Giunta a riferire al Consiglio comunale i risultati degli eventuali incontri con i vertici dell’azienda. Il documento è stato approvato dalla Sala Rossa con 34 voti favorevoli e un consigliere astenuto.


Seat PagineGialle è presente con 140 agenzie sul territorio italiano. Direttamente o indirettamente attraverso l'indotto, dà lavoro a 6mila persone e conta 500 mila clienti. Ha sempre avuto radici occupazionali e imprenditoriali nella provincia di Torino e nel Comune di Torino, oltre che sul territorio piemontese, dove è presente con la Direzione Generale, 1.000 dipendenti, 7 agenzie (web point) e un call center con 500 dipendenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seat Pagine Gialle: "Una situazione che merita attenzione"

TorinoToday è in caricamento