Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica Cenisia / Via Cenischia

Scritte contro Maroni nella sede della Lega di via Cenischia

Il Segretario Maccanti: "Non é la prima volta, purtroppo, che ciò accade. Questo è il prezzo da pagare per chi, come la Lega Nord, ogni giorno lavora nei quartieri della città, al fianco della gente"

Sui muri vicino ad una delle sedi della Lega Nord di Torino, quella in via Cenischia, sono state fatte delle scritte contro il ministro Roberto Maroni. "Maroni assassino", "No Cie, no Lega", "Sbirri infami" e "Bastardi" sono gli slogan, vergati con vernice rossa o nera. Sull'episodio indaga la Digos. "Si tratta - ha dichiarato il segretario cittadino della Lega Nord, Elena Maccanti - del solito vile gesto potato a termine da dei delinquenti che in realtà tutti conoscono".

In realtà non è la prima volta che accade una cosa del genere e il dirigente cittadino del partito di Bossi lo sa bene. Anche durante le scorse elezioni amministrative non erano mancate scritte vicino alla porta della sede. "Questo è il prezzo da pagare per chi, come la Lega Nord, ogni giorno lavora nei quartieri della città, al fianco della gente, intervenendo nella soluzione dei problemi concreti dei torinesi".


(ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scritte contro Maroni nella sede della Lega di via Cenischia

TorinoToday è in caricamento