menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presunte tangenti sul restauro di dimore storiche: "Cota si dimetta"

La richiesta da parte del coordinamento regionale di Scelta Civica. "Il Piemonte non può aspettare il 2015 per raccogliere macerie. C'è un'unica soluzione possibile: le dimissioni di Cota"

Dopo che la Procura di Torino ha divulgato le informazioni inerenti le indagini e gli arresti per quanto riguarda presunte tangenti sul restauro di dimore storiche, il coordinamento regionale di Scelta Civica è tornata a chiedere le dimissioni del Governatore della Regione Piemonte, Roberto Cota.

"La politica ancora una volta ha mancato al suo ruolo di indirizzo e controllo della macchina pubblica, è ormai giunto il momento in cui la guida della Regione passi a mani più sicure e capaci, soprattutto capaci di individuare le incertezze degli organismi tecnici posti sotto il loro controllo, la via delle dimissioni è l'unica strada per porre termine a una situazione che sta portando al baratro il Piemonte". Scelta Civica si è affidata ad un comunicato per esprimere il proprio pensiero al riguardo.

Secondo Scelta Civica non è possibile aspettare il 2015, anno previsto per le nuove elezioni, per cambiare vertice in Regione. "La credibilità dell'ente rischia sempre di più essere compromessa e per questo chiediamo con forza - ribadiscono - l'unica soluzione possibile: le dimissioni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento