Domenica, 26 Settembre 2021
Politica

Scandalo bollo auto, Cerutti: "L'assessore Quaglia ci spieghi"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Apprendiamo dagli organi di stampa che ieri l'assessora regionale al Bilancio Giovanna Quaglia sarebbe stata audita in procura come persona informata sui fatti in relazione alle indagini relative allo scandalo del bollo auto. Al quotidiano La Stampa rilascia la seguente dichiarazione in merito a quanto Casoni avrebbe detto in un colloquio con i dirigenti di Gec intercettato ambientalmente: "Ad Avenati (pm che l'avrebbe ascoltata) ho detto cose diverse da quanto avevo riferito a voi giornalisti". Il quotidiano continua dicendo che l'assessore aveva definito sbruffonate i commenti di Casoni. Su La Repubblica del 30 novembre 2012 vengono riportate le seguenti dichiarazioni dell'assessora Quaglia: "Non c'è stato mai alcun incontro tra me e Casoni in cui Casoni mi abbia chiesto di chiudere un occhio su quella gara. E' evidente che ha millantato un potere che non ha".

Con i giornalisti l'assessora ha sempre ridimensionato la questione definendo Casoni un millantatore, a questo punto, in seguito alle dichiarazioni rilasciate al quotidiano La Stampa, ci chiediamo quali rivelazioni abbia fatto al pm. L'assessora su questo punto dovrebbe fare chiarezza immediatamente. I cittadini e il Consiglio regionale hanno il diritto di conoscere la realtà dei fatti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scandalo bollo auto, Cerutti: "L'assessore Quaglia ci spieghi"

TorinoToday è in caricamento