Politica San Donato / Corso Umbria

Torino, due quartieri cambiano il look: più aree pedonali e meno spazio alle auto

L'obiettivo è anche il contrasto agli effetti dei cambiamenti climatici

Nuovo look per i quartieri di Basso San Donato e Borgo San Secondo. A deciderlo la Giunta comunale di Torino che ha approvato nella seduta di questa mattina, martedì 17 maggio, lo stanziamento di 3 milioni di euro per il miglioramento della qualità dello spazio pubblico. Cosa significa? Interventi di riqualificazione che mirino a moderare gli effetti del traffico sui pedoni, che creino nuovi spazi verdi e che siano di contrasto agli effetti dei cambiamenti climatici. 

Nei due quartieri verranno create nuove aree verdi per oltre mille metri quadrati e verrà posta negli spazi pedonali pavimentazione drenante per 1.650 metri quadrati. Il tutto seguendo le linee guida del 'Piano di Resilienza Climatica' della Città. Gli interventi sono stati proposti dall'assessora Chiara Foglietta. 

Interventi a San Donato

Nel quartiere di San Donato sarà creata una zona 30 limitata in questa prima fase temporale di progettazione all'area tra gli assi stradali Umbria, Livorno, Regina Margherita, Avellino e Fagnano. In questa zona saranno inoltre effettuati interventi come il rialzo della sede stradale, la messa a dimora di essenze arboree, la creazione di chicanes che impongano una riduzione della velocità dei mezzi a motore, la definizione di ampie platee pedonali e occasioni per realizzare anche eventuali dehors per gli esercizi di ristorazione presenti. Nelle aree pedonali previsti percorsi per gli ipovedenti. 

Inoltre verrà ridefinita l’alberata di corso Umbria tramite un altro appalto. L'intervento, specificano dal Comune, sarà reso possibile dalla scelta di portare i parcheggi al di fuori della banchina alberata posizionati in linea lungo la carreggiata. Questo consentirà la fruizione piena del viale da parte dei pedoni e della mobilità lenta.

Interventi in borgo San Secondo

In zona San Secondo si interverrà sugli incroci dell'asse viario di via San Secondo oltre ad alcuni incroci in via Gioberti. In particolare sono state accolte le richieste della Circoscrizione 1 ed è stato esteso l’intervento di riqualificazione al tratto tra i corsi Stati Uniti e Vittorio Emanuele e sono state inserite opere in corrispondenza degli incroci su via Gioberti interessati dalla presenza di istituti scolastici. Questi interventi hanno sostituito le opere riguardanti il percorso ciclabile di via Sacchi che verrà affrontato nell’ambito di future progettazioni.

Anche per questo asse sono previsti interventi strutturali come il rialzo della sede stradale negli incroci, la messa a dimora di essenze arboree, la completa riqualificazione di piazza San Secondo per dare un nuovo volto vivibile all’area mercatale e la definizione di ampie platee a fruibilità pedonale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, due quartieri cambiano il look: più aree pedonali e meno spazio alle auto
TorinoToday è in caricamento