Regione, arriva un'altra Rimborsopoli: indagini sotto la legislatura Bresso

Notificata una cinquantina di inviti a comparire

Questa mattina, venerdì 8 giugno, sono stati notificati dalla procura di Torino, inviti a comparire a una cinquantina di consiglieri regionale del Piemonte. Una nuova Rimborsopoli dunque, dopo quella già nota che colpì la presidenza di Roberto Cota, che stavolta porta all'attenzione dei magistrati il periodo tra il 2008 e il 2010, quando a capo della Giunta c'era Mercedes Bresso.

Si parla di peculato: i politici avrebbero inserito tra i rimborsi spese, attività personali e non previste dal loro ruolo istituzionale. Tra i destinatari del provvedimento, esponenti che allora sedevano sia tra i banchi della maggioranza che dell'opposizione mentre la Bresso, così come i suoi assessori, non sarebbe coinvolta. L'inchiesta, condotta dalla Guardia di Finanza, è coordinata dal procuratore aggiunto Enrica Gabetta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento