Crisi aeroporto, in arrivo 5,4 milioni di euro per il rilancio dello scalo torinese

Avetta (Pd): "Covid sia un'opportunità"

Boccata di ossigeno, in questo momento difficile post lockdown, per gli aeroporti piemontesi. "Per lo scalo di Caselle la Regione ha a disposizione 5,4 milioni, mentre 600 mila euro sono destinati a Levaldigi. Le risorse potranno essere impiegate per il rilancio attraverso il marketing territoriale". A comunicarlo l'assessore ai Trasporti della Regione Piemonte, Marco Gabusi, rispondendo a una interrogazione del consigliere Pd Alberto Avetta sulla crisi dei due scali. Le risorse arrivano in seguito all'incontro di febbraio a Bruxelles con il capo unità Trasporti della Direzione Concorrenza della Commissione Ue, Sophie Moonen, durante il quale si è parlato di investimenti e di rispetto delle norme europee sugli scali aeroportuali. 

Il consigliere Avetta ha evidenziato come a partire dai mesi scorsi Caselle abbia registrato un calo del 3,3% dei passeggeri, a fronte del +4% del resto d'Italia ma ha anche sottolineato come "paradossalmente l'emergenza sanitaria potrebbe rivelarsi un'occasione, poichè ha riposizionato tutti gli scali italiani ai nastri di partenza". E ha aggiunto come la Regione dovrebbe sfruttare al meglio questa opportunità, cercando di evitare l'isolamento del territorio: "Se prima eravamo al 14° posto, ora la classifica è azzerata, il che vuol dire che al Tavolo nazionale sul sistema aeroportuale italiano Caselle si presenta non come una scalo in difficoltà, ma con le stesse identiche necessità e richieste degli altri aeroporti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il principale motivo per cui lo scalo di Caselle ha risentito della forte contrazione del numero di passeggeri – ha spiegato l’assessore Gabusi – è dovuto al ritiro di alcuni significativi vettori tra cui Blue Air con la cancellazione di una serie di altre tratte che, unitamente alla comparsa del Covid 19, hanno determinato un ulteriore rallentamento del flusso passeggeri”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna trionfa al primo turno

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

  • Delirio in tangenziale: si scontrano auto, furgone e tir. Code di dieci chilometri

  • Elezioni comunali a Venaria Reale: sarà ballottaggio tra Giulivi e Schillaci

  • Elezioni 2020, in 23 comuni del Torinese i cittadini sceglieranno il sindaco e il consiglio comunale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento