Politica

Campi da calcio da rifare, a rischio il campionato 2017/2018

L'assessore Finardi: "Chiederemo una deroga alla Lega Nazionale Dilettanti"

Oltre 5000 ragazzi e 26 società rischiano di non poter partecipare al prossimo campionato di calcio 2017/2018 a causa del mancato rifacimento dei campi. Già perché una trentina di impianti torinesi, in origine dotati di manto superficiale in terra e trasformati in erba sintetica diversi anni fa, ancora grazie ai fondi di Italia 90, ora hanno bisogno di essere rinnovati.

Secondo le norme della Lega Nazionale Dilettanti infatti, i campi di calcio non potranno più essere omologati dopo i dieci anni di vita. "A bilancio purtroppo mancano le risorse - ha detto Roberto Finardi, assessore allo Sport del Comune di Torino -. Molte società sarebbero anche disposte ad accollarsi le spese per il rifacimento del manto di erba sintetica ma le scadenze imminenti delle concessioni sono un fattore scoraggiante.

Proveremo a mettere mano al regolamento - ha proposto -, coinvolgendo la Lega Dilettanti per ottenere una deroga, affinché i ragazzi delle società torinesi possano continuare a giocare e disputare così il prossimo campionato".

Domenico Carretta, consigliere del Pd che proprio su questo argomento ha presentato un'interpellanza in Consiglio comunale, ha dichiarato: " Mi rendo conto che 3 milioni e mezzo per l'operazione non sono facili da reperire in questo momento, tuttavia una soluzione si può trovare intervenendo sul regolamento. D'altronde in campagna elettorale questa maggioranza aveva annunciato particolare attenzione alle strutture sportive cittadine, promettendo interventi strutturali e manutenzione delle aree sportive - ha concluso Carretta con una nota polemica -: forse, non era meglio un po' piu di prudenza?" . 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campi da calcio da rifare, a rischio il campionato 2017/2018

TorinoToday è in caricamento