rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica

Lega Nord e Moderati: "Lo sgombero dei centri sociali è diventata un'urgenza"

In Comune, Fabrizio Ricca e Silvio Magliano chiedono la convocazione di un Consiglio comunale straordinario sul tema e una presa di posizione della maggioranza

Un Consiglio comunale straordinario sul tema dei centri sociali. A chiederne la convocazione i capigruppo della Lega Nord, Fabrizio Ricca, e dei Moderati, Silvio Magliano che ritengono sia giunto il momento di un "serio e schietto confronto in Sala Rossa sull'argomento. Un confronto che la stessa sindaca Appendino si era detta disponibile ad affrontare, che deve essere pubblico e non è più procrastinabile". In seguito ai recenti fatti occorsi in piazza Santa Giulia, che hanno visto anche il coinvolgimento di alcuni giovani di Askatasuna, i due consiglieri dell'opposizione chiedono una presa di posizione della maggioranza e in particolare lo sgombero di tutte le occupazioni di area antagonista sul territorio urbano torinese.

"Occupazioni - dichiara Ricca - che durano anni o decenni, con il ricorso sistematico a modalità violente di fare politica e azioni illegali: i centri sociali sono da tempo una criticità cittadina". E dopo gli scontri di martedì 20 giugno, la necessità di trovare una soluzione si è trasformata, secondo Ricca e Magliano, in un'urgenza.

"Ora, alla luce degli ultimi, gravissimi episodi di cronaca - ha rincarato il capogruppo dei Moderati -, dietro ai quali non si può non riscontrare un ruolo attivo da parte di questi facinorosi, questa criticità è diventata emergenza". Recuperare gli spazi di proprietà del Comune, abusivamente occupati, è un obiettivo dunque non più rimandabile: "A maggior ragione - concludono Ricca e Magliano - alla luce del fatto che da questi veri e propri hub dell’illegalità, soggetti violenti e da tempo noti tentano, in ogni occasione utile, di esportare le loro modalità violenta di azione politica sulle piazze e sulle strade della nostra città".

Ed è notizia delle ultime ore l'appello di Askatasuna, a studenti, lavoratori e sindacati, invitati a ribellarsi, il prossimo settembre, al G7 dell'Industria che si terrà proprio nel capoluogo piemontese. Stasera alle 20.30, alla Cavallerizza ci sarà un incontro proprio per discutere di questo: "Il G7 di Poletti e della sua cricca è un'occasione per farci sentire - si legge sulla pagina Facebook -. Non lasciamoli decidere ancora sulle nostre teste, non lasciamoci intimidire dai loro giornali, non restiamo a casa come vorrebbero".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega Nord e Moderati: "Lo sgombero dei centri sociali è diventata un'urgenza"

TorinoToday è in caricamento