Politica Aurora / Lungo Dora Firenze

Consiglio comunale, un odg chiede la riapertura del Maria Adelaide per i malati Covid

La struttura potrebbe essere utile per la gestione dell'epidemia, anche in caso di ricaduta

Il Consiglio comunale di Torino dice sì alla riapertura dell'ospedale Maria Adelaide per l'emergenza Covid 19.  E' stato approvato ieri - quasi all'unanimità ad eccezione della Lega - l'ordine del giorno, presentato da Raffaele Petrarulo capogruppo Lista Sicurezza e Legalità, che impegna la sindaca Chiara Appendino a intercedere in Regione, nel più breve tempo possibile, per il recupero della struttura abbandonata.

L'ospedale, in Lungo Dora Firenze, sul territorio della Circoscrizione 7, è già predisposto per la conversione degli spazi alla terapia intensiva e potrebbe diventare strategico per la gestione, in città, dei contagiati da Coronavirus. Anche per portarsi avanti in caso di una eventuale ricaduta dell'epidemia nei prossimi mesi, nell'ottica di una prevenzione attenta e responsabile:

"Visto anche il costante aumento dei contagi di Covid19 - ha dichiarato Petrarulo -, dato che il Piemonte è attualmente la seconda Regione in Italia per contagi e visti i ritorni che potrebbero esserci in futuro".

Quando l'emergenza sarà finita il Maria Adelaide, che avrebbe dovuto accogliere i senzatetto in questa emergenza sanitaria ma il cui progetto è stato abbandonato per gli eccessivi costi per la messa a norma, potrebbe diventare ospedale di secondo livello per le post acuzie. Un progetto accolto con favore dalla Circoscrizione 7, dai centri sociali torinesi e dai quasi 10mila cittadini che hanno aderito a una raccolta firme su Change.org. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale, un odg chiede la riapertura del Maria Adelaide per i malati Covid

TorinoToday è in caricamento