Martedì, 22 Giugno 2021
Politica San Donato / Corso Regina Margherita

Askatasuna compie 20 anni e invita Curcio, leader delle BR

Sabato 26 novembre, il fondatore mai pentito delle Brigate Rosse sarà a Torino. Inevitabile la reazione politica

Il centro sociale Askatasuna

Askatasuna compie 20 anni e per l'occasione invita Renato Curcio, il leader delle Brigate Rosse. Il centro sociale Torinese, che da due decenni occupa lo stabile di Corso Regina Margherita, ha reso noto il calendario degli eventi celebrativi di questa settimana e fra questi non è passata inosservata la lectio magistralis di sabato 26 novembre, tenuta proprio dal mai pentito fondatore delle BR, durante la quale Curcio presenterà il suo libro "L'egemonia digitale".

Un evento che inevitabilmente ha creato subbuglio nell'ambiente politico Torinese.  "A Torino gli anni di piombo hanno lasciato 20 morti e centinaia di attentati - ha scritto in una nota su Facebook il senatore Pd Stefano Esposito -. Questi numeri dovrebbero essere impressi, insieme ai nomi delle vittime, nella memoria collettiva della città. Evidentemente non è così per tutti".

Esposito ha invitato "istituzioni, forze politiche e sindacali e torinesi che non dimenticano a dire no alla presenza di Renato Curcio sabato 26 novembre a Torino".

Renato Curcio, che non ha mai rinnegato la sua storia di lotta armata, poiché riconosciuto autore della rivendicazione delle BR, ha scontato una condanna per associazione sovversiva, banda armata e come mandante dell'omicidio di Giuseppe Mazzola e Graziano Giralucci.  "Una sfida e uno sberleffo inaccettabile per Torino e per le famiglie dei morti - sostiene Esposito -.

Sono almeno 10 anni che chiedo che quel centro sociale venga sgomberato e che si ponga fine all'attività di propaganda e pratica violenta condotta da questi signori".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Askatasuna compie 20 anni e invita Curcio, leader delle BR

TorinoToday è in caricamento