menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Movida, arriva un'altra stretta sugli orari: le novità per l'estate 2018

Misure che potrebbero essere già attive da sabato 23 giugno

Novità per la movida torinese estiva. Sono state approvate lunedì 18 giugno dal Consiglio comunale e illustrate in Sala Rossa dall'assessore al Commercio Alberto Sacco, alcune modifiche al Regolamento di polizia urbana che potrebbero già entrare in vigore da sabato 23 giugno. In particolare, con la deliberazione, viene ora inserito nel Regolamento l’articolo 44 ter: “Tutela del riposo, della salute e della vivibilità urbana in determinate aree cittadine interessate da afflusso particolarmente rilevante di persone”.

Nuovi orari

Tra le prescrizioni da osservare in determinate aree del territorio cittadino coinvolte da afflussi particolarmente rilevanti di persone - al momento San Salvario, piazza Vittorio Veneto e Vanchiglia ma potrebbero essere inserite altre aree "calde" segnalate dalle Circoscrizioni -, la normativa impone agli esercizi di vicinato del settore alimentare e misto - i cosiddetti “minimarket” - di sospendere la vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche dalle 21.00 alle 24.00 (fermo restando il divieto già in vigore dalle 24.00 alle 6.00). Anche tutte le medie e grandi strutture di vendita del settore alimentare e misto dovranno sospendere la vendita di tali bevande delle 21.00 alle 6.00. 

Per le attività artigianali che espongono e vendono bevande alcoliche e superalcoliche - comprese quelle artigiane di prodotti alimentari di propria produzione - sarà sospesa l’attività di vendita di bevande alcoliche e superalcoliche dalle ore 21.00 alle 6.00, ma sarà consentita fino alle ore 23.00 la vendita per asporto di bevande alcoliche, a condizione che la bevanda sia venduta esclusivamente in abbinamento con alimenti preparati in loco da asporto, in quantità non eccedente il rapporto di uno a uno (un alimento/una bevanda alcolica) e sia racchiusa in contenitori opportunamente confezionati.

La stessa prescrizione varrà anche per il servizio di consegna a domicilio (food delivery). Anche gli apparecchi automatici andranno configurati per inibire la vendita e la somministrazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione dalle 21.00 alle 24.00 (fermo restando il divieto già in vigore dalle 24.00 alle 6.00).  Le attività di somministrazione, commerciali e artigianali dovranno rendere note al pubblico tali prescrizioni mediante l’esposizione di appositi cartelli, visibili sia all’interno che all’esterno del locale.

"Questo Regolamento - ha dichiarato l'assessore Sacco - non risolverà tutti i problemi di Torino legati alla malamovida, ma la Giunta si è trovata in una situazione molto difficile. Abbiamo un dialogo fortissimo con tutti i commercianti e abbiamo ricevuto apprezzamenti anche dai cittadini dopo le ordinanze dello scorso anno che hanno portato ora a queste modifiche del Regolamento di polizia urbana".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento