Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica Centro

Beppe Grillo da Palazzo di Città: "È solo l'inizio. Rendiamo possibile l'impossibile"

Il leader M5S entra nel dettaglio delle questioni sviluppate con Appendino: mobilità sostenibile, Salone del Libro, povertà e perferie. Ma anche Fassino...

E' scappato via dal retro di Palazzo di Città questa mattina Beppe Grillo senza incontrare i giornalisti. In Municipio ha incontrato Chiara Appendino e tutta la squadra M5S: i consiglieri comunali, gli assessori della giunta e i consiglieri regionali del Piemonte. "Ragazzi formidabili - scrive Grillo- che mi hanno raccontato come stanno agendo per cambiare la città. Hanno iniziato a sviluppare il piano per le periferie e dato il via al progetto per la mobilità sostenibile".

Continua il leader del Movimento: "Ci siamo anche organizzati per dare una mano a Torino per mantenere il salone del libro qui in citta e portare la prossima edizione, la trentesima, al successo come mai prima. Abbiamo parlato anche della povertà, la prima emergenza a Torino e in tutta Italia. La soluzione è il reddito di cittadinanza a livello nazionale. Sulla mobilità, l'elettrificazione dei trasporti e il recupero delle aree dismesse possiamo fare cose all'avanguardia nel mondo e lo faremo a Torino e nelle altre città 5 Stelle".

Infine il leader M5 S avverte: "Siamo appena all'inizio della nostra avventura nei comuni, ma abbiamo tutte le carte in regola per rendere possibile l'impossibile".

La conclusione è ad effetto: "Infine sono passato nell'aula del consiglio comunale e mi sono seduto dove Fassino fece la sua seconda profezia e ho fatto la mia sul referendum costituzionale, ma non posso rivelarla prima che venga fissata la data (hanno intenzione di dircelo o sarà un referendum a sorpresa?)".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beppe Grillo da Palazzo di Città: "È solo l'inizio. Rendiamo possibile l'impossibile"

TorinoToday è in caricamento