Martedì, 18 Maggio 2021
Politica Centro / Via Vittorio Alfieri, 10

Vaccini, Pentenero: "Le famiglie devono mettersi in regola: pena l'allontanamento da scuola"

Davanti a Palazzo Lascaris la protesta dei No Vax

Obiettivo raggiunto. La copertura vaccinale in Piemonte ha centrato il 95%, la soglia di sicurezza raccomandata dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. E durante il dibattito che si è svolto nell’Aula del Consiglio regionale, mentre l'assessora all’Istruzione Gianna Pentenero faceva le sue comunicazioni, fuori da Palazzo Lascaris, un gruppo di No Vax inscenava una protesta.

I genitori, dopo aver ricevuto la lettera delle scuole col sollecito a mettersi in regola entro dieci giorni dal ricevimento della stessa, sostenevano il diritto dei bambini a terminare l'anno scolastico: " La legge dice che questo primo anno è transitorio - hanno dichiarato - ma parla di procedimento amministrativo e di allontanamento dalla scuola. Siamo pronti a denunciare i dirigenti scolastici che escluderanno i bambini dalle scuole, tutto è frutto di una interpretazione errata della legge”.

E mentre le opposizioni hanno chiesto un “intervento di buon senso, che permetta ai bambini non ancora vaccinati di concludere serenamente l’anno scolastico”, Pentenero su questo punto non transige: "Dal momento della ricezione della comunicazione scritta dalle scuole - ha dichiarato - , le famiglie hanno l'obbligo di mettersi in regola. Diversamente scatterà l'allontanamento dai banchi. Ricordo infatti che i passaggi previsti dalla normativa, sono concepiti esclusivamente a tutela della salute pubblica”.

Nella pausa della seduta d’Aula l’assessore Pentenero e il vicepresidente del consiglio regionale Nino Boeti hanno ricevuto una delegazione di genitori del Coordinamento per la libertà

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, Pentenero: "Le famiglie devono mettersi in regola: pena l'allontanamento da scuola"

TorinoToday è in caricamento