menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Primarie Pd, nessuno dei candidati ha raggiunto il quorum

In testa c’è Marino ma a Torino è primo Furia

Alle primarie del Pd che si sono svolte ieri, domenica 16 dicembre, per eleggere il nuovo segretario regionale, nessuno dei tre candidati ha raggiunto il 51% dei voti. Non ci sarà quindi la nomina immediata. In testa con il 41,52% c’è Mauro Maria Marino; al secondo posto Paolo Furia con il 35,95% - che però a Torino è primo con 1.331 voti contro i 1.218 del candidato della maggioranza - e al terzo Monica Canalis con il 22,51%. A Marino 164 seggi, 146 Furia e 89 per Canalis. Secondo i dati raccolti, sono stati oltre 13mila coloro che si sono recati alle urne, 8200 solo a Torino e in provincia: un buon risultato se si pensa che l’obiettivo da raggiungere prefissato dai dem era di 10mila votanti. 

La parola ora andrà all’assemblea, a meno che i tre candidati non decidano di optare per un accordo politico. Diversamente, secondo il regolamento “qualora nessun candidato abbia riportato la maggioranza della assoluta, il presidente della commissione indice in assemblea il ballottaggio a scrutinio segreto fra i due candidati collegati al maggior numero di componenti dell'assemblea e proclama eletto il segretario  che ha avuto il maggior numero di voti validamente espressi". Durante la riunione della commissione, prevista per mercoledì 19 dicembre, si prenderà atto dei dati definitivi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lady Dybala si annoia all'ombra della Mole: "A Torino non c'è molto da fare"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento