Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica Borgaro Torinese

L'opposizione non vota, il Consiglio comunale di Borgaro rimane senza Presidente

Era stata proposta la modifica dello Statuto ma l'opposizione non l'ha votata. Colpa del mancato appoggio della maggioranza alle proposte fatte dalla minoranza e per "questioni di principio"

Non si è trovata una quadra e quindi il Consiglio comunale di Borgaro rimarrà senza un Presidente. La modifica allo statuto non è stata approvata dall'opposizione e quindi si è concluso il tutto con un niente di fatto.

La "rivoluzione" era stata proposta dalla maggioranza, gli unici che hanno votato favorevolmente. La minoranza ha invece deciso di disertare la votazione perché le due proposte che aveva fatto, ossia di creare un Presidente a costo zero e di far sì che a turno il Presidente fosse appartenente alla maggioranza e all'opposizione, non erano state prese minimamente in considerazione.

Non è servito che il sindaco Claudio Gambino spiegasse all'opposizione che il ruolo di Presidente sarebbe valso come garanzia soprattutto per loro. In particolare il Movimento 5 Stelle, presente in Consiglio comunale con due consiglieri, Cinzia Tortola e Piero Calza, ha detto che non avrebbe appoggiato la proposta non tanto per una questione di soldi, visto che sarebbe costato appena 3.600 euro l'anno la nuova figura, ma perché se non è prevista dallo Statuto (essendo Borgaro un Comune con meno di 15mila abitanti) un motivo ci sarà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'opposizione non vota, il Consiglio comunale di Borgaro rimane senza Presidente

TorinoToday è in caricamento