Politica

Pont Canavese: niente pranzo al bimbo, la famiglia non ha pagato la retta

La mamma ammette la morosità, per il sindaco i genitori erano avvisati da tempo di quello che sarebbe successo

A Pont Canavese è la prima volta che succede e che si arriva ad una soluzione estrema come è stato nella scuola materna. Il bambino non può mangiare nella mensa perché la famiglia non ha pagato la retta dell’anno precedente.

Il caso, emerso da una segnalazione su internet, ha fatto scalpore nel paese dove gli abitanti si sono divisi tra chi sostiene la posizione dell'amministrazione e chi vorrebbe un approccio più morbido. Ma dietro questo provvedimento ci sarebbero mesi e mesi di burocrazia e braccio di ferro.

La mamma, in difficoltà economiche, avrebbe fatto richiesta di riduzione della retta presentando la certificazione Isee, ma le sarebbe stata negata. Inoltre la signora sostiene che le sia da tempo impossibile affrontare le spese quotidiane e che per questo non ha pagato.

Dal Comune invece spiegano di aver seguito la procedura e quindi deciso di escludere la famiglia dal servizio solo dopo ripetuti avvisi. Dagli uffici comunali aggiungono che la mensa non sarebbe stata negata immediatamente e che si sarebbe potuto anche studiare insieme un piano di rientro, concordando magari un pagamento scaglionato, ma per ottenere riduzioni e sconti è necessario seguire tutte le procedure.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pont Canavese: niente pranzo al bimbo, la famiglia non ha pagato la retta

TorinoToday è in caricamento