Disagi sui treni Torino-Milano: 45 gradi nei convogli e ritardi cronici

L'assessore Gabusi: "Una situazione da incubo"

Le alte temperature e i ritardi sulla tratta ferroviaria Torino-Milano sono diventati insostenibili per i pendolari. Nei giorni scorsi, con il termometro che ha superato abbondantemente i 40 gradi, i disagi segnalati da chi si trovava a percorrere la tratta, su diversi treni, sono stati parecchi.

Una situazione insostenibile 

Ai ritardi ormai diventati cronici si sono aggiunti i 45 gradi raggiunti all'interno dei convogli, i cui finestrini notoriamente restano bloccati per permettere un miglior funzionamento dell'aria condizionata. Peccato che l'impianto, nella maggior parte nei casi, sia malfunzionante o non funzioni proprio. E migliorare la qualità del servizio ferroviario per i pendolari è una delle priorità del neo assessore regionale ai Trasporti, Marco Gabusi.

“La situazione che mi viene segnalata - dichiara Gabusi - è insostenibile. I viaggiatori pagano regolarmente un biglietto e non possono vivere quotidianamente un incubo fatto di sovraffollamento a causa delle carrozze chiuse, di ritardi, senza parlare del caldo torrido per la mancanza di aria condizionata”.

L'azione della Regione 

Per fare fronte alla situazione l’assessore ha immediatamente attivato la sezione di controllo regionale per certificare le condizioni dei convogli. Non solo. Nei prossimi giorni, Gabusi intende effettuare personalmente un viaggio sul treno lungo questa linea per incontrare i passeggeri e ascoltare da loro le difficoltà. E in questa azione verrà supportato anche dal consigliere regionale Carlo Riva Vercellotti, che ha avuto in questi giorni colloqui costanti sia con l’assessore, sia con i pendolari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’obiettivo nel breve periodo è quello di individuare un metodo più incisivo per far rispettare i contratti  - aggiunge l’assessore - nell’attesa che il nuovo contratto ci consenta di cambiare i convogli. Sanzioneremo da subito chi ha sbagliato e ci attiveremo per rimborsare parzialmente gli abbonati, anche se non è questo il fine ultimo che si prefigge questa amministrazione regionale. Lavoreremo per un sistema di trasporto su ferro che sia davvero efficiente”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tifoso interista scommette sull'eliminazione della Juve dalla Champions: vince quasi 10mila euro

  • Tragico schianto nella notte: auto in un una scarpata, morti cinque ragazzi

  • Violento acquazzone su mezza provincia: alberi caduti, allagamenti e ferrovia interrotta

  • Colpo della dea bendata: il Superenalotto premia un giocatore con 37mila euro

  • Musei a 1 euro, spettacoli e gite fuori porta: cosa fare a Ferragosto a Torino e dintorni

  • Morte di Viviana Parisi, l'arrivo dei genitori da Torino e dei fratelli: martedì l'autopsia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento