Politica

Libera, Fassino: "Profonda gratitudine per chi si è sacrificato per la legalità"

Il candidato Pd alla carica di sindaco di Torino rende merito al lavoro di Libera in occasione della XVI giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime della mafia

Sabato quasi centomila persone sono scese in piazza a Potenza con Libera nella manifestazione nazionale in ricordo delle vittime di mafia: un corteo lungo oltre quattro chilometri, aperto dai familiari delle vittime delle mafie. Ogni 21 marzo, primo giorno di primavera,  l'associazione di Don Ciotti ricorda in tutta Italia chi ha perso la vita nella lotta alla criminalità organizzata.

Il candidato Pd alla carica di sindaco di Torino, Piero Fassino, oggi ricorda l'importanza del lavoro di Libera: " Nella XVI giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime della mafia ?il nostro pensiero va a tutti  coloro che si sono sacrificati per la legalità, battendosi contro i soprusi delle mafie, la corruzione, la mala pianta del disimpegno, dimostrandoci che solo tenendo alta la testa e confidando nei valori della libertà, della giustizia e della democrazia, nei valori dello Stato, la criminalità organizzata può essere vinta.

"Nei giorni commemorativi per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia -sostiene Fassino - il ricordo di tutte le vittime delle mafie è ancor più sentito, pervaso di profonda e commossa gratitudine perché senza il sacrificio di uomini e donne che hanno creduto nella legge e nelle Istituzioni oggi, forse, avremmo un'Italia diversa, meno libera, meno matura, meno consapevole delle proprie forze"


Il candidato sindaco del centrosinistra chiude con un auspicio per il futuro. "Il nostro pensiero deve essere soprattutto rivolto a chi ancora oggi lotta in silenzio, a chi troppo spesso rischia di essere lasciato solo, a tutti quelli che stanno perdendo la speranza nelle Istituzioni e nello Stato, a chi per paura vive soffocato dalla morsa del ricatto e dell'estorsione mafiosa. Dobbiamo lavorare con umiltà e determinazione affinché costoro tornino a vedere nelle istituzioni e nello Stato una luce da seguire e una mano da stringere. E dobbiamo essere vicini alle vittime di mafia, e ai loro familiari. A loro dobbiamo portare lo Stato, dobbiamo far sentire che non sono sole e non lo saranno mai".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libera, Fassino: "Profonda gratitudine per chi si è sacrificato per la legalità"

TorinoToday è in caricamento