Politica

Cota: "Mele marce siano individuate e neutralizzate"

Le dimissioni di Caterina Ferrero liberano il presidente del Piemonte da un assessore con cui non è mai stato in sintonia, allontanando nel contempo l'ombra dello scandalo dal suo esecutivo

C' è sorpresa nel mondo politico piemontese per lo scandalo che ha travolto la Sanità. Nessuno si aspettava ciò che sta emergendo prpotentemente dall'inchiesta della Guardia di Finanza. L'assessore regionale Caterina Ferrero ha rimesso le deleghe per lo scandalo scoppiato nella giornata di venerdì 27 maggio. Le deleghe sono ora in capo allo stesso Cota, in attesa che la vicenda che riguarda l'assessore, raggiunta questa mattina da un avviso di garanzia della Procura di Torino, si chiarisca. La decisione è stata comunicata dal presidente del Piemonte alla fine di una giornata concitata.

Il presidente Cota spera che l'inchiesta si concluda in tempi brevi:
"Come governatore impegnato in una profonda riforma dell'intero sistema sanitario regionale il mio primario interesse è che le mele marce siano individuate e neutralizzate: su questo, nessuna pietà". Il centrodestra si sostanzialmente chiuso nel silenzio, in attesa di saperne di più per valutare il da farsi. Nel pomeriggio è stata convocata una conferenza stampa, in cui Enzo Ghigo, coordinatore del Pdl, non aveva escluso che l'assessore potesse "decidere di dimettersi per sua maggiore serenita". Ed è proprio questa le decisione presa dall'assessore prima di sera

Le dimissioni di Caterina Ferrero liberano Cota da un assessore con cui non è mai stato in sintonia, allontanando nello stesso tempo l'ombra dello scandalo dal suo esecutivo. "Non possiamo permettere - ha sottolineato il presidente - che vi siano ostacoli al nostro lavoro per l'affermazione di una buona sanità in Piemonte".


Il segretario regionale dell'Idv Luigi Cursio, è intervenuto sui fatti odierni riguardanti l'inchiesta per presunte tangenti nella sanità piemontese: "Mi auguro che la magistratura faccia il suo corso per accertare le responsabilità nelle vicende che hanno coinvolto la sanità piemontese. Auspico che si faccia rapidamente chiarezza e che questa vicenda apra una fase di dialogo e di confronto affinché le scelte di un così importante settore siano condivise tra maggioranza e opposizione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cota: "Mele marce siano individuate e neutralizzate"

TorinoToday è in caricamento