Domenica, 16 Maggio 2021
Politica

Coronavirus, perse le e-mail dei medici di base alle Asl sui contagi

Forse mille le segnalazioni perdute

Centinaia di mail di medici di base all'Asl che segnalavano casi sospetti di Coronavirus sarebbero andate perdute. Per questo motivo la Regione Piemonte ha chiesto ai Sisp - Servizio di igiene e sanità pubblica dell'Asl di Torino una relazione sulle comunicazioni dei medici di famiglia, relativamente alle segnalazioni di pazienti con sintomi riconducibili al Covid-19 e la relativa richiesta di test diagnostico. Un problema che rischia di alimentare un'altra polemica sulla gestione dell'emergenza sanitaria Coronavirus.

“Dalle prime informazioni - ha affermato l'assessore alla Sanità, Luigi Icardi - sembrerebbe evidente che il problema sia stato causato da uno straordinario flusso di e-mail. Se ci sono delle responsabilità verranno accertate”.

Molto probabilmente la casella di posta ha avuto qualche problema e si è intasata rapidamente, causando la perdita di centinaia di dati relativi a pazienti probabilmente positivi al Covid-19 che dalla comparsa dei sintomi, e ancora adesso, attendono direttive su come comportarsi.

Ora è necessario approfondire alcune cose: quante mail in realtà sono andate perdute - anche se si pensa siano circa migliaio - e per quanto tempo si è verificato il problema. La richiesta di chiarimento da parte dell'assessore Icardi è stata estesa a tutte le Asl della Regione. L'omissione di atti d'ufficio potrebbe essere un'ipotesi da non scartare. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, perse le e-mail dei medici di base alle Asl sui contagi

TorinoToday è in caricamento