Domenica, 19 Settembre 2021
Politica

Attacco Giovine: "Si acceleri il processo ai Pensionati per Bresso"

Michele Giovine, condannato a 2 anni e 8 mesi per lo scandalo delle firme false, chiede che la stessa celerità sia usata per la lista di pensionati che ha appoggiato Mercedes Bresso

La stessa celerità usata nel processo a Michele Giovine sia applicata anche alla lista Pensionati e Invalidi per Bresso. Lo chiede lo stesso Giovine, consigliere regionale del Piemonte che con la lista Pensionati ha contribuito all'elezione del governatore leghista Roberto Cota, processato per la presenza di firme false nella propria lista. La richiesta di Giovine è stata formulata anche dal coordinatore del Pdl del Piemonte, Enzo Ghigo, e dal vice Agostino Ghiglia, in una interrogazione parlamentare presentata ieri.

"La lentissima indagine fatta sui Pensionati e Invalidi per Bresso - ha sostenuto Giovine - ha già dimostrato che quella lista era falsa e non doveva correre. Quindi vanno sottratti 12 mila voti alla coalizione Bresso, dal che consegue come noi e Cota abbiamo vinto per 21 mila voti. Loro ce ne contestano 15 mila quindi, anche se avessero ragione nei fatti, e non è così, non hanno alcun interesse ad agire". Giovine è stato condannato a due anni e otto mesi nel procedimento penale aperto per le firme che sono state riconosciute false. Il Consiglio di Stato dovrà decidere se accogliere il ricorso dell'ex presidente del Piemonte, Mercedes Bresso, che su questa base chiede di invalidare l'esito delle elezioni regionali del 2010.

(fonte ANSA)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attacco Giovine: "Si acceleri il processo ai Pensionati per Bresso"

TorinoToday è in caricamento