Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica

Pagamenti alle agenzie per il lavoro, il Comune: "Presto una prima liquidazione"

Per quanto riguarda l’esposizione debitoria delle Asl nei confronti delle Agenzie per il lavoro, Elide Tisi ha sottolineato di aver chiesto all’assessore regionale Paolo Monferino "la costituzione di un tavolo tecnico di confronto"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

La situazione debitoria della Città nei confronti delle Agenzie per il lavoro che operano nel sistema dei servizi sociali e sociosanitari è stata - questa mattina, nel corso di una riunione della IV Commissione consiliare - oggetto di comunicazione da parte dell’assessore Elide Tisi.

La responsabile delle politiche sociali cittadine ha ricordato che “sono oltre 10mila gli anziani e le persone con limitata autonomia che oggi fruiscono di servizi domiciliari. Alle loro famiglie il Comune di Torino versa ogni anno 22 milioni di euro in assegni di cura e agli affidatari rimborsi per 8 milioni di euro. Pagamenti che non hanno registrato particolari ritardi”.

Per analoghe prestazioni – ha aggiunto Tisi – “le Asl devono corrispondere annualmente alle Agenzie per il lavoro una somma di circa 15 milioni di euro in buoni servizio, mentre nei loro confronti Palazzo civico risulta ad oggi debitore per un milione e 150mila euro. Una quota del dovuto, quella comunale, che risulta dunque inferiore al 10% del complessivo e di questa cifra – ha detto l’assessore - è già stato comunicato alle Agenzie per il lavoro che nei prossimi giorni avverrà una prima liquidazione”.

Per quanto riguarda l’esposizione debitoria delle Asl nei confronti delle Agenzie per il lavoro, Elide Tisi ha sottolineato di aver chiesto all’assessore regionale Paolo Monferino "la costituzione di un tavolo tecnico di confronto che esamini le criticità legate alla mancanza di liquidità allo scopo di cercare una rapida soluzione a una situazione divenuta economicamente insostenibile per chi - come agenzie per il lavoro, cooperative sociali e altri enti - deve garantire la continuità dei servizi socio-sanitari e dare lavoro a migliaia di persone.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagamenti alle agenzie per il lavoro, il Comune: "Presto una prima liquidazione"

TorinoToday è in caricamento