Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Niente più code agli sportelli: nuovi orari di lavoro per i dipendenti pubblici

Più ore di lavoro, ma flessibilità nella scelta dei turni. Questa la proposta dell'assessore al Personale Gianguido Passoni, presentata a Palazzo Civico. I dipendenti pubblici potranno scegliere tra due turni diversi

Niente più code agli sportelli. Da Palazzo civico la proposta è chiara e mira ad ottenere una maggiore disponibilità di servizi per i cittadini. Come? Operando delle piccole modifiche negli orari di lavoro dei dipendenti pubblici, in modo tale che i servizi possano rimanere aperti al pubblico per più tempo. Un'impresa tutt'altro che facile, date le già scarse risorse economiche del Comune.

La proposta è stata presentata dall'assessore al Personale Gianguido Passoni e dalle risorse umane di Palazzo Civico, coadiuvati da Emilio Agagliati. Le 36 ore spalmate nei 5 giorni lavorativi a settimana diventeranno, in questo modo, qualcuna in più. Gli 11mila dipendenti pubblici potranno scegliere fra due orari di lavoro: nel turno più lungo lavoreranno per 3 giorni 6 ore e per 2 giornate 9 ore, nel turno più breve, per 3 giorni lavoreranno 8 ore e per 2 giorni 6 ore. Una scelta che è puramente volontaria, anche nel rispetto della vita privata dei singoli dipendenti.

Ed è proprio questo aspetto, circa la personalità della scelta, che piace ai sindacati Cgil, Cisl e Uil. La proposta, ovviamente, dovrà essere opportunamente discussa dal Comitato dei direttori, chiamati a valutare anche alcune clausole: il mantenimento della flessibilità d'orari in entrata e la sospensione del buono pasto per il dipendente durante le giornate di lavoro che prevedono il turno di 6 ore.

L'idea dell'amministrazione è quella di rendere gli orari di lavoro dei dipendenti pubblici più flessibili, assicurando, tuttavia, una maggiore presenza di essi dietro gli sportelli. In secondo luogo potranno verificarsi tutti i settori nei quali questa proposta può essere utile ed ipotizzare un bando per raccogliere le candidature, in modo tale che gli orari di lavoro possano cambiare periodicamente. Un progetto che permetterà, tra le altre cose, anche di evitare gli orari "extra", decisamente costosi per le casse del Comune.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente più code agli sportelli: nuovi orari di lavoro per i dipendenti pubblici

TorinoToday è in caricamento