Politica

Il Piemonte torna al voto, Chiamparino e Crosetto pronti a correre

Le elezioni potrebbero avvenire già il prossimo maggio, insieme alle europee ed amministrative. Chiamparino e Crosetto i possibili candidati in corsa

Roberto Cota non si ferma, non accetta la decisione presa ieri dal Consiglio di Stato che ha annullato definitivamente le elezioni del 2010. E promette di combattere: "Abbiamo governato bene e con impegno. - afferma Cota in un comunicato - Rivinceremo alla faccia del disegno che c'e' dietro e di tutto quello che stiamo vivendo". In fin dei conti, alle elezioni del 2010, sono stati molti i cittadini che l'hanno votato.

Ora, il Piemonte, volente o nolente, dovrà tornare al voto ed è possibile che le prossime elezioni vengano accorpate con le europee e le amministrative, fissate per il prossimo maggio, come ha affermato Mercedes Bresso, interrogata sulla vicenda: "Giustizia è fatta, questa volta definitivamente”, afferma Mercedes Bresso “E’ stata una battaglia lunga e dura. Ora i tempi per andare a votare accorpando le regionali con le europee e le amministrative ci sono tutti”.

E mentre la politica piemontese si spacca, a favore o contraria alle sorti di Cota, già si schierano i possibili candidati. Da una parte c'è Chiamparino in corsa a rappresentare il centrosinistra, dall'altra Guido Crosetto, coordinatore nazione di Fratelli d'Italia. Ad annunciare la sua corsa l'europarlamentare Vito Bonsignore, vice presidente del gruppo Ppe al Parlamento europeo ed esponente di Ncd: "Corriamo - afferma Bonsignore -per rilanciare un progetto che consenta all'economia reale del Piemonte di riprendere la via dello sviluppo e dell'occupazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Piemonte torna al voto, Chiamparino e Crosetto pronti a correre

TorinoToday è in caricamento