Politica Giaveno

Giaveno, Stefano Olocco ha scelto la sua giunta: l'ex sindaco Giacone nuovo assessore

Lunedì 15 luglio 2024 il primo consiglio comunale

Dopo la vittoria al turno di ballottaggio, il neo sindaco di Giaveno, Stefano Olocco, ha reso nota la squadra con la quale governerà per i prossimi cinque anni.

Olocco ha deciso di tenere per sé le deleghe a Sicurezza, Legalità, Polizia Locale, Protezione Civile, Sport, Urbanistica, Borgate, Manifestazioni, Personale e Sanità.

Vicesindaco sarà l'ex sindaco Carlo Giacone, che avrà anche le deleghe a Lavori Pubblici, Turismo e Diritti dei Bambini.

Antonella Grossi, sarà assessore al Commercio, Attività Produttive, Politiche del Lavoro e dell’Occupazione, Pari Opportunità, Terza Età, Gemellaggi e Cittadinanze Onorarie.

Luca Versino si occuperà di Scuola e Politiche Educative, Politiche Giovanili, Cultura, Sostenibilità e Transizione Energetica, Trasporti.

Mauro Morisciano avrà le deleghe a Bilancio e Politiche Sociali mentre Paola Castagnoli quelle alle Politiche Agricole, Servizi al Cittadino, Transizione Digitale, Ambiente e Gestione dei Rifiuti.

"Ci impegneremo a lavorare con trasparenza, partecipazione e impegno per il bene di Giaveno. Vicesindaco Giacone? Rappresenta la continuità con le precedenti amministrazioni e la sua lunga esperienza amministrativa può essere d’aiuto all’intera Giunta. Tutti i Consiglieri Comunali di maggioranza avranno degli incarichi specifici e aiuteranno me e gli assessori nel portare avanti il programma elettorale. Ho cercato di comporre una Giunta che valorizzasse le competenze e la voglia di lavorare per il paese e inoltre premiare il risultato elettorale ottenuto. Le nomine di Paola Castagnoli e Mauro Morisciano, che erano candidati in altre liste, sono un importante apertura nei confronti di chi, anche pubblicamente, ha sostenuto la mia candidatura al ballottaggio. È stata una mia scelta politica, condivisa con la squadra, per ricomporre ciò che nel panorama politico cittadino fa riferimento al centrodestra, che governa sia la Regione che lo Stato. Il supporto di queste due forze politiche potrà agevolare il dialogo con Enti superiori. In questi anni anche in Consiglio Comunale è emersa una tensione e uno scontro costante che non ha di certo aiutato il paese e la politica locale a fare dei passi in avanti. È mia volontà costruire un dialogo, nel rispetto dei differenti ruoli, con l’opposizione consiliare e con quei soggetti che, anche se non hanno sostenuto la mia candidatura, hanno intenzione di lavorare per il bene del paese in maniera propositiva. Da questo punto di vista auspico un cambio di passo e spero di poter avviare un confronto che sia rispettoso delle differenti posizioni. Essere il Sindaco di tutti per me non è una semplice frase di circostanza. Abbiamo tantissimo da fare e superata questa prima fase di ambientamento bisognerà correre e lavorare pancia a terra per Giaveno. Insieme potremo fare un bel lavoro e sono fiduciosa che la nuova Giunta sia pronta per questa appassionante sfida", commenta Olocco.

Continua a leggere le notizie di TorinoToday, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale WhatsApp.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giaveno, Stefano Olocco ha scelto la sua giunta: l'ex sindaco Giacone nuovo assessore
TorinoToday è in caricamento