Lunedì, 17 Maggio 2021
Politica

Per segnalare i disservizi della Sanità regionale arriva un numero verde

Dal primo ottobre la Regione attiverà un numero verde al quale si potranno segnalare disservizi, anomalie e anche la diffusione di notizie false e tendenziose sulla sanità piemontese. "La parola va ai cittadini"

Nell'ultimo anno la Sanità piemontese è stata al centro di diverse polemiche. Tra assessori costretti a lasciare il proprio incarico e altri che hanno presentato le dimissioni spontaneamente, la ripresa vera e propria, tanto agognata, non c'è stata. Ma dal primo ottobre prossimo qualcosa potrebbe cambiare.

La Regione ha infatti attivato un numero verde in cui i cittadini potranno segnalare disservizi, anomalie e anche la diffusione di notizie false e tendenziose sulla sanità piemontese. “La sanità è purtroppo diventata vergognosamente oggetto di strumentalizzazioni di ogni tipo - ha detto il Governatore Roberto Cota -. Con l'istituzione del numero verde la parola va ai cittadini per segnalare tutto quello che ritengono giusto e che avviene in ospedali e ambulatori".

Una delle menti del progetto è l'assessore Ugo Cavallera, entusiasta del numero verde che sarà un punto di riferimento. "Si tratta di un’iniziativa utile per aumentare il livello di accessibilità ai servizi da parte dei cittadini: un canale di contatto diretto che aiuterà a monitorare il funzionamento delle strutture sanitarie piemontesi, il cui livello è complessivamente buono, più di quanto non appaia".

Il numero verde è solo il primo passo verso un contatto più diretto con i cittadini sul tema della sanità. La conferma arriva dallo stesso assessore Cavallera: "Nei prossimi mesi l'assessorato intende potenziare questa modalità di partecipazione diretta, anche con l'ausilio delle tecnologie, per valorizzare ciò che di positivo ogni giorno gli operatori della sanità piemontese fanno concretamente e per contribuire a ridurre le disfunzioni organizzative che si verificano in un sistema complesso come quello sanitario".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per segnalare i disservizi della Sanità regionale arriva un numero verde

TorinoToday è in caricamento