Politica Chiomonte

"Sui No Tav le istituzioni e il Governo prendano decisioni nette"

Il deputato del Pd Stefano Esposito torna a chiedere l'intervento delle istituzioni e del Governo per liberare Chiomonte dai No Tav. Secondo l'onorevole si rischia un'estate da "tiro al poliziotto"

Dopo la notte di tensioni in Valsusa e gli scontri tra manifestanti e forze dell'ordine, il deputato del Pd Stefano Esposito torna a chiedere lo sgombero del campeggio No Tav di Chiomonte. "Non si può lasciare unicamente alle forze dell'ordine la responsabilità di gestire la situazione - dice Esposito -. Occorre che le istituzioni, a cominciare dal Prefetto e Questore fino al Governo, prendano decisioni nette".

GLI SCONTRI NELLA NOTTE

"Si deve impedire a gruppuscoli di anarco-insurrezionalisti di trascorrere l'estate praticando lo sport del 'tiro al poliziotto' - aggiunge il deputato favorevole alla Tav -. E' oramai a tutti evidente che quanto sta accadendo in Valle di Susa non ha più nulla a che vedere con la realizzazione della nuova linea ferroviaria, ma semplicemente siamo in presenza di una palestra di addestramento per antagonisti provenienti da tutta Italia e non solo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sui No Tav le istituzioni e il Governo prendano decisioni nette"

TorinoToday è in caricamento