Martedì, 28 Settembre 2021
Politica

Tav, appello dei parlamentari francesi: "Torino-Lione in tempi brevi"

Alla riunione nel senato parigino hanno partecipato anche i parlamentari piemontesi Ghigo e Esposito. Ribadita l'importanza del progetto

Oggi era il giorno della Tav al senato di Parigi e i parlamentari francesi, in collaborazione con altri colleghi europei, hanno lanciato un appello chiaro: nel 2013 bisognerà "impegnarsi definitivamente nel cantiere di realizzazione". In una nota congiunta i deputati piemontesi Ghiglia e Esposito  spiegano la loro partecipazione alla riunione: "Siamo venuti a Parigi, ospiti del Senato, non solo per ribadire 'l'essenzialita" della Torino-Lione quale opera determinante per la crescita ed il lavoro nell'Europa del Sud ma soprattutto per sostenere l'appello dei Parlamentari francesi al presidente Hollande". Nella nota si preannuncia un'iniziativa simile che verrà organizzata a Torino prima del vertice Italia-Francia.
 
 "In merito ai rilievi della Corte dei Conti francese, che come in Italia esprime pareri non vincolanti, recepiamo con favore e facciamo nostra la risposta - aggiungono i due parlamentar i- puntuale e dettagliata con cui il Primo Ministro francese, Jean Marc Ayrault, ribadisce fermamente la volontà del Governo e della Politica francese di procedere con la realizzazione di un'Opera considerata strategica".
 
Intanto Mario Virano, il commissario straordinario del governo italiano per la Tav, esclude categoricamente un rinvio della linea ferroviaria Torino-Lione, mentre Erica Botticelli, vice presidente di "Fare ambiente" si dice in linea con l'opinione di Ghiglia e Esposito; secondo Botticelli le critiche al progetto mosse dalla corte dei conti francese non sono una bocciatura della Torino-Lione ma vanno considerate e superate nell'ottica di un progetto per il futuro.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tav, appello dei parlamentari francesi: "Torino-Lione in tempi brevi"

TorinoToday è in caricamento