Politica

Manca il numero legale: Michele Giovine non decade dalla carica

In aula si sono presentati solo tredici consiglieri, di cui undici appartenenti all'opposizione. Per far sì che si potesse votare ne servivano almeno sedici, il numero legale. Tra gli assenti anche il grillino Davide Bono

Palazzo Lascaris ancora una volta non si è potuta esprimere sul consigliere Michele Giovine. Colpa dell'assenza di oltre metà della maggioranza della Giunta per le Elezioni che ha fatto nuovamente sì che non si potesse votare sul decadimento della carica regionale per Giovine, già condannato a due anni e otto mesi per la vicenda delle firme false della lista "Pensionati per Cota".

In aula si sono presentati solo tredici consiglieri, di cui undici appartenenti all'opposizione. Per far sì che si potesse votare ne servivano almeno sedici, il numero legale. Tra gli assenti anche il grillino Davide Bono.

“Ingiustificabile l'atteggiamento della maggioranza che oggi ha fatto mancare il numero legale nella Giunta per le Elezioni in occasione della discussione sulla decadenza del Consigliere Giovine - ha tuonato Andrea Buquicchio, vice presidente vicario della Giunta per le Elezioni -. Ho già provveduto ad inviare al Presidente del Consiglio regionale Cattaneo una richiesta di convoca urgente della riunione dei capigruppo al fine di calendarizzare sedute ad oltranza della Giunta da me presieduta. A mio avviso non sono ammissibili ulteriori atteggiamenti dilatori da parte di chiunque".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manca il numero legale: Michele Giovine non decade dalla carica

TorinoToday è in caricamento