rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Politica Centro / Piazza Castello

Cirio sui no green pass vestiti da deportati: "Contro il covid abbiamo il vaccino, contro l'ignoranza no"

Dura la reazione del presidente della Regione Piemonte

"Manifestare è un diritto, farlo in questo modo è inaccettabile", a dirlo è Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte, commentando il corteo inscenato a Novara da alcuni no green pass. 

Questi, come riporta Novara Today, hanno sfilato sabato 30 ottobre vestiti da deportati nei campi di concentramento nazisti. Un corteo che ha scatenato l'indignazione collettiva. "L'Italia è un Paese libero. Ma questa libertà, la nostra, non è stata gratuita. Ha avuto un prezzo, altissimo, che altre persone hanno pagato per noi. Sulla loro pelle", spiega Cirio. 

"Per chi è stato rinchiuso in un campo di sterminio le tute a righe, il marchio dell’inchiostro, il filo spinato, non sono stati i travestimenti di una carnevalata vergognosa. Gli incubi la storia li fa vivere reali. Ma questo chi ha manifestato a Novara non lo sa. Vorrei che ognuno di loro ascoltasse la voce di chi oggi è memoria. Vedesse con i propri occhi cosa è veramente l’orrore. Perché contro il Covid abbiamo trovato un vaccino. Ma contro l’ignoranza la strada è ancora lunga", conclude il presidente della Regione Piemonte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cirio sui no green pass vestiti da deportati: "Contro il covid abbiamo il vaccino, contro l'ignoranza no"

TorinoToday è in caricamento