Politica

Urbanistica, nuove linee guida per la riqualificazione della città a favore dell'ambiente

In Sala Rossa è stata approvata la mozione con la quale verranno riconsiderati gli insediamenti commerciali, prestando attenzione ai beni paesaggistici e ambientali in città

L'assessore all'Urbanistica Guido Montanari

Sebbene abbia recentemente autorizzato l'insediamento del nuovo centro commerciale relativo all'area Westinghouse, il Comune di Torino ha deciso di cambiare rotta. In Sala Rossa è stata approvata la mozione, in materia urbanistica, che prevede interventi di riqualificazione intesi a migliorare la qualità ambientale in città. L'atto, il cui primo firmatario è il consigliere grillino Damiano Carretto, chiede che non sia consentito, ove compatibile, il trasferimento di quote premiali di superficie lorda di pavimento destinate all'uso commerciale a discapito delle aree verdi o destinate ai servizi pubblici.

Verranno anche istituiti tavoli di lavoro sul tema del commercio in grado di valutare l’effettivo impatto socio-economico, tramite anche il confronto permanente con gli Atenei, le associazioni di categoria, le Circoscrizioni e i comitati di residenti: “Le indicazioni sottoscritte dai consiglieri - ha dichiarato Montanari - ci spronano a rivedere le linee guida urbanistiche, a beneficio di una nuova qualità del vivere”

Un primo passo verso la revisione del piano regolatore dunque, per impedire la costruzione di nuove opere sulle aree verdi o destinate ai servizi per i cittadini. Un processo lungo per il quale potrebbero anche servire un paio d'anni ma che l'amministrazione vuole perseguire iniziando già a lavorare per diminuire il più possibile il consumo del suolo. Secondo Montanari, non è più possibile proseguire con l’approvazione di varianti a un piano che non tiene in considerazione le nuove vocazioni della città e non presta alcuna attenzione al territorio.

"Sebbene molte trasformazioni urbane recenti - ha spiegato -  non abbiano consumato suolo poiché avvenute su aree ex industriali pre esistenti, oggi purtroppo è possibile costruire, senza troppe limitazioni, su aree verdi e uno dei prossimi passi della Giunta sarà  quello di individuare le zone sulle quali non edificare".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Urbanistica, nuove linee guida per la riqualificazione della città a favore dell'ambiente

TorinoToday è in caricamento