Politica

Bertola (Movimento 5 Stelle) risponde a Fassino sulla Tav

"E' veramente opportuno spendere 20 miliardi di euro per quest'opera? La violenza è quella di chi da anni invia migliaia di poliziotti a spese dei cittadini per perseguire un colossale appalto"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Il MoVimento 5 Stelle di Torino vuole rilasciare una risposta alle dichiarazioni dell'onorevole sindaco Fassino e dell'onorevole semplice Esposito relative al teorico cantiere TAV di Chiomonte.

"Qualsiasi persona democratica"
dichiara Vittorio Bertola, capogruppo eletto del MoVimento 5 Stelle al Comune di Torino, "non può che condannare i disordini in Val Susa contro una popolazione che da anni si oppone a un colossale spreco di denaro pubblico e alla devastazione ambientale che esso comporterebbe.
La violenza è quella di chi da anni invia migliaia di poliziotti a spese dei cittadini per perseguire un colossale appalto di interesse esclusivamente privato, militarizzando un'intera valle."

"La mia solidarietà", conclude Bertola, "va alle povere pietre della Valsusa, e precisamente alle 223, anzi 711, forse però 518 o anche 62.734 pietre che sono state tirate di qua e di là nelle dichiarazioni dei politici, evitando anche oggi come da vent'anni, di discutere sulla domanda fondamentale: è veramente opportuno spendere 20 miliardi di euro per quest'opera?"

Il MoVimento 5 Stelle attende peraltro di sapere
dai candidati sindaco del centrosinistra - Pisapia, De Magistris e altri - se anche loro plaudano all'uso della forza militare per la realizzazione di grandi opere pubbliche: sarebbe una interessante informazione da fornire agli elettori del MoVimento 5 Stelle di cui in questi giorni corteggiano il voto!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bertola (Movimento 5 Stelle) risponde a Fassino sulla Tav

TorinoToday è in caricamento