Politica

Movimento 5 Stelle: "Sconcertati dai nuovi tagli alla Gtt"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Il Movimento 5 Stelle è sconcertato dall'annuncio di nuovi tagli al servizio GTT a partire da mercoledì prossimo, nonostante la grande quantità di torinesi che sono passati al mezzo pubblico per via degli aumenti di benzina e strisce blu.

"A fronte dell'aumento dell'utenza, la politica non trova di meglio che aumentare i biglietti e tagliare i fondi al trasporto pubblico, facendo lo scaricabarile sulle responsabilità" dichiarano i consiglieri Bertola e Appendino. Si vede che quasi tutti i politici piemontesi non prendono il bus!

Nella città più inquinata d'Italia, investire sul trasporto pubblico dovrebbe essere un dovere. "Basterebbe tagliare le grandi opere inutili, dal Tav Torino-Lione al tunnel di corso Grosseto, per avere i fondi per un servizio di alto livello" aggiungono i consiglieri.

GTT fa ciò che può, anche se la sua gestione è inquinata dalla politica e tutt'altro che efficiente. È positiva la scelta di aumentare i passaggi tra le 20 e le 21, richiesta che il M5S aveva già fatto un anno fa. Tuttavia il quadro generale del trasporto pubblico torinese è insoddisfacente e in continuo peggioramento, e la responsabilità è di tutti i partiti: di governo, Regione e Comune.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movimento 5 Stelle: "Sconcertati dai nuovi tagli alla Gtt"

TorinoToday è in caricamento