menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Islam più vicino ai torinesi: l'11 giugno c'è "Moschee aperte"

Per un giorno, dalle 19 alle 22, i luoghi di culto musulmani apriranno al pubblico le loro porte

Torino promuove "Moschee aperte". Si tratta di un evento organizzato dalla Città di Torino in collaborazione con i Centri islamici che nel 2016 hanno firmato con la Città il “Patto di condivisione”. Domenica 11 giugno, che cade nel mese del Ramadan, i luoghi di culto musulmani apriranno le loro porte al pubblico dalle 19 alle 22, fra momenti di discussione, incontro, riflessione, mostre artistiche e con l'appuntamento speciale, dopo il calar del sole, con la preghiera della sera  e con l'Iftar, la cena di rottura del digiuno.

Un modo semplice ed efficace per accogliere e rendere noti alla cittadinanza, gli usi, i costumi, gli spazi di incontro e i valori della grande comunità musulmana torinese. “Una comunità, quella musulmana, che fa parte integrante di questa Città e che apre i propri spazi a tutta la cittadinanza - ha spiegato l’assessore all’Integrazione Marco Giusta -. In questo modo, le feste e le attività di questa comunità diventano feste e attività di tutta la Città. Si tratta di un approccio nuovo e di un percorso che abbiamo avviato con diversi altri gruppi etnici e religiosi presenti sul territorio”.

E a Torino la comunità musulmana è numerosa: sono infatti circa 50mila le persone di fede islamica che vivono sul territorio e il 40% di loro ha cittadinanza italiana.

“Torino – si legge nel Patto di Condivisione – è la nostra città e ne condividiamo il presente e il futuro. I nostri figli crescono insieme ed è a loro che pensiamo nel promuovere ogni possibile occasione che renda tutti cittadini attivi, interessati al bene comune nel rispetto delle differenze religiose, di origine nazionale, di genere, di cultura”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento