Politica

"Movimento Cinque Stelle, le primarie sono state un flop"

Gianfranco Morgando (Segretario regionale PD Piemonte): "I profeti dell’antipolitica, i fustigatori della classe dirigente, hanno fatto scegliere i loro futuri rappresentanti in Parlamento da una strettissima cerchia di amici e sodali"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Le primarie telematiche volute dal movimento di Beppe Grillo per scegliere i futuri parlamentari si sono rivelate un autentico flop, se è vero che sono solo un migliaio i torinesi che vi hanno partecipato. Le recenti primarie del Pd hanno visto una partecipazione di 176.257 elettori in Piemonte e di  101.487 in Provincia di Torino.

Dunque, i profeti dell’antipolitica, i fustigatori della classe dirigente, hanno fatto scegliere i loro futuri rappresentanti in Parlamento da una strettissima cerchia di amici e sodali, tanto che tra i candidati spuntano staffisti che lavorano presso il gruppo M5 in Consiglio regionale.

La democrazia e la politica sono una cosa un po’ più seria del semplice uso della rete. Il Pd lo ha dimostrato portando migliaia e migliaia di persone ai seggi, coinvolgendo i cittadini, alimentando passione e partecipazione. Qualcun altro preferisce la visione solipsistica della democrazia fatta da singoli che stanno da soli davanti a un terminale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Movimento Cinque Stelle, le primarie sono state un flop"

TorinoToday è in caricamento