Sabato, 23 Ottobre 2021
Politica

Monica Cerutti (Sel): "Nessun passo indietro sui diritti"

La consigliera regionale di Sinistra, Ecologia e Libertà afferma: "Anche il nuovo Governo regionale approvi una legge contro le discriminazioni"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Nosiglia, vista l'enorme responsabilità evangelica che ha, dovrebbe preoccuparsi di fare discepoli invece di porgere la mano a chi combatte crociate omofobe. Quello che si sta sviluppando a Torino è un dibattito che ci preoccupa e non poco. La questione non può e non deve essere circoscritta al Comune perché quello che hanno messo in atto alcuni esponenti del centrodestra torinese è un vero e proprio tentativo di far fare passi indietro ai diritti di tutti.

Questi sedicenti politici, hanno ingaggiato una battaglia che concettualmente ci porta indietro di duemila anni. Le campagne elettorali non dovrebbero tirare fuori il peggio delle persone, ma al contrario dovrebbero essere un momento di confronto e scontro politico su idee e visioni del futuro. In questi giorni invece stiamo vedendo il peggio del campionario del becero pensiero.

Le istituzioni non possono arretrare sui diritti, anzi noi ci aspettiamo che il prossimo Governo regionale avanzi senza alcun timore su questo tema. Una delle nostra priorità per la prossima legislatura è l'approvazione di una legge contro le discriminazioni determinate dall'orientamento sessuale o dall'identità di genere.

In questa legislatura abbiamo già presentato una proposta di legge, di cui sono prima firmataria, sul modello ligure, che non aveva modo di vedere la luce con la Giunta oscurantista Cota, che fra i suoi primi atti aveva subito dichiarato di non voler sostenere la manifestazione del Pride torinese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monica Cerutti (Sel): "Nessun passo indietro sui diritti"

TorinoToday è in caricamento