menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Monica Cerutti seduta nel suo posto da assessore

Monica Cerutti seduta nel suo posto da assessore

L'assessore Cerutti con le lacrime agli occhi: "Momento difficile"

Il gup l'ha inserita nell'ordinanza di imputazione coatta per la vicenda di rimborsopoli. Chiamparino le ha confermato la sua fiducia, ma lei non nasconde il momento delicato che sta attraversando

Si è commossa Monica Cerutti quando ha preso la parola nella conferenza stampa convocata ad hoc dal Presidente della Regione Sergio Chiamparino. L'assessore alle Pari Opportunità e all'Università, a cui lo stesso numero uno di piazza Castello ha confermato la fiducia, è apparsa visibilmente scossa dalla vicenda che la vede oggetto di un'ordinanza di imputazione coatta da parte del gup per quanto riguarda i rimborsi facili dei gruppi regionali durante la scorsa legislatura.

Con voce commossa ha parlato di un momento delicato e difficile perché vede la sua onestà e la sua correttezza messa in dubbio. "E' la cosa peggiore che può capitare ad un politico - ha detto con uno sguardo visibilmente provato da quanto saputo nelle ultime ore -. Dubitare della mia onestà è una cosa che mi fa stare male".

L'assessore Cerutti non ha voluto commentare le decisioni dei magistrati. Avrà comunque modo di rispondere e di dire la sua versione dei fatti ai giudici nei prossimi giorni. Intanto va avanti, confermata da Chiamparino che ha rinnovato la sua fiducia. "La sua fiducia mi ha confortata - ha sottolineato -, così come i tanti messaggi di sostegno arrivati in queste ore".

Sul banco degli imputati ci sarebbero alcuni rimborsi chiesti e ottenuti da Monica Cerutti nella passata legislatura, quando sedeva in Consiglio regionale in qualità di consigliera e capogruppo di Sel, di cui era l'unica rappresentante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento