Mascherine, i Moderati chiedono il calmieramento dei prezzi e la riduzione dell'Iva al 4%

Magliano: "I dispositivi di sicurezza personale sono diventati beni di prima necessità"

I Moderati chiedono mascherine e dispositivi di protezione personale a prezzi accessibili e una riduzione dell'Iva al 4%. In questo periodo di emergenza sanitaria in cui questi sono diventati a tutti gli effetti, beni di prima necessità, il gruppo dei Moderati ha predisposto in Comune e presso le otto Circoscrizioni di Torino, in seguito a una ricognizione recentemente effettuata sul territorio urbano, un ordine del giorno sul tema. 

Tre in particolare le richieste: abbassamento dell'aliquota Iva dal 22% al 4%; distribuzione garantita a tutti quei cittadini che - per età o condizioni personali - non hanno la possibilità di recarsi presso i punti vendita; contenimento dei costi di filiera e dei prezzi finali.

"I dispositivi di protezione personale sono ormai diventati, a tutti gli effetti, beni di prima necessità - ha commentato il capogruppo in Comune e consigliere regionale Silvio Magliano - : a maggior ragione lo saranno in vista della Fase 2, con la riapertura di un gran numero di attività. Ogni famiglia sta per trovarsi nella condizione, a oggi inedita, di doversi dotare di mascherine al pari di pane, acqua e di qualsiasi altro bene di prima necessità. I beni di prima necessità, per definizione, non possono essere un lusso".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Come cambia il mercato immobiliare di Torino dopo il lockdown: l'analisi quartiere per quartiere

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: cosa bisogna fare per avere i codici e vincere fino a 5 milioni

  • Zona Arancione: estesa apertura negozi, maggiori controlli, dentro e fuori, nei centri commerciali

Torna su
TorinoToday è in caricamento